Protesta nera

Da qualche mese il parlamento polacco sta discutendo una legge sull'aborto che inasprirebbe ulteriormente quella attualmente in vigore: se andasse in porto tale modifica, di fatto sarebbero penalmente perseguibili sia la donna che volesse abortire, che il suo medico. Oggi in Polonia è consentito l'aborto, grazie a una legge del 1993 (tra le più severe in Europa), in caso di stupro, pericolo di vita per la madre, gravi malformazioni.

La nuova legge è frutto di un dibattito nato ad aprile di quest’anno quando, durante le celebrazioni domenicali, molti sacerdoti lessero il documento della Conferenza Episcopale a sostegno di Fundacja Pro, l’organizzazione promotrice della campagna “Stop Abortion”. Allora molte donne riempirono le piazze contro un disegno ora in esame dalla Commissione Giustizia prima di arrivare al voto in aula nella sua versione finale. La nuova bozza sostenuta dal governo consente di praticare l'aborto esclusivamente quando la vita della donna è in serio pericolo. Non sono più contemplate, quindi, le interruzioni di gravidanza frutto di violenze. Per di più, la legge prevede fino a cinque anni di detenzione per donne e dottori che praticano l’aborto al di fuori dell’unica eventualità espressa.

In Italia l'aborto è consentito dal 1978.

Ora la parte più intima del discorso. La Polonia è il Paese che mi ha insegnato l'importanza della libertà individuale, che mi ha spiegato che quella è la madre di tutte le difficoltà da vincere e che - nel nome suo - anche gli ostacoli più insormontabili verranno superati.

#czarnyprotest

Scrivi commento

Commenti: 0

Se sei un giovane musicista o se hai voglia di darci una mano con i nostri progetti contattaci!

Seguici anche su:

find us on facebook
Instagram
follow me on twitter



Commenti: 6
  • #6

    Paolo Tesbia (sabato, 03 giugno 2017 11:53)

    Invierò i documenti firmati.
    Sono un flautista del Liceo Cavour di Torino.
    Grazie
    Paolo Tesbia

  • #5

    antoly velasquez (martedì, 09 agosto 2016 17:37)

    reciba un saludo cordial, me llamo antoly Velasquez soy de venezuela, por motivos personales me voy de mi pais.. pertenezco al sistema de orquestas y coros de venezuela (fundamusical Simon bolivar) y queria tocar sus puertas para saber que oportunidades de empleo puedo obtener alla... soy contrabajista, director de orquesta, director de coros en todos los niveles, tallerista de cuerda y de vientos. tambien estoy capacitado para impartir clases de teoria y solfeo, lenguaje musical, historia de la musica etc.. aca me desempeño como director fundador del nucleo el Sombrero que tiene una matricula de mas de 2500 niños y jovenes, tengo mas de 15 años de experiencia en el sistema de orquestas y coros de venezuela... agradecido me despido...

  • #4

    Triverio. Gustavo Marcelo (martedì, 03 novembre 2015 16:04)

    Buon giorno,
    Ci siamo diretti verso l'appropriato:


    Il motivo per cui è di prendere contatto per trasmettere la nostra preoccupazione, noi siamo un comitato organizzatore per gli eventi culturali e sportivi, hanno sede nella città di Villa Carlos Paz, Córdoba - Argentina.
    Villa Carlos Paz, è considerata una delle principali destinazioni turistiche che il paese, per la bellezza dei suoi paesaggi insieme con la sua vasta gamma di infrastrutture e servizi, rende scelto per ospitare innumerevoli incontri, caratteristiche diverse.
    Il nostro scopo è quello di ospitare un incontro di bambini sudamericani e orchestre giovanili e sarebbe felice di avere un coordinamento e di partecipazione.

    Un attesa di una pronta risposta saluto molto atte.
    Triverio, Gustavo M.
    Comitato organizzatore
    Le riunioni del torneo e Sierras
    (054) 03541-15.574.095
    torneodelassierras.vcp@gmail.com

  • #3

    giuseppe pascale (venerdì, 14 agosto 2015 16:18)

    salve sono un ragazzo di anni 15 suono il violoncello e mi piacerebbe far parte della vostra orchestra e partecipare ai vostri progetti futuri.
    per contatti e mail:a-freda@libero.it

  • #2

    Mamma Laura (mercoledì, 18 marzo 2015 22:29)

    Splendido lavoro molti padrini, speriamo trovarne altri.

  • #1

    sabina pastamadre de Almafuerte (mercoledì, 14 gennaio 2015 22:02)

    carissime Carlotte e mim vi voglio molto bene. grazie per tutto quello che state facendo!

ci sostengono



collaborano con noi